food-head

IGIENE E SICUREZZA DEGLI ALIMENTI: SEMPLICI ACCORGIMENTI PER EVITARE GASTROENTERITI E SIMILI

La sicurezza alimentare dei cibi che portiamo in tavola non dipende soltanto dai produttori e distributori, ma anche da noi.
È nostra responsabilità garantire norme igieniche specifiche in cucina al fine di prevenire disturbi legati al proliferare di muffe e/o batteri (es. gastroenteriti).

Questi accorgimenti riguardano:
. Pulizia di cappa e fornelli: la cappa va pulita ogni 2 mesi, sostituendo anche il filtro in quanto i grassi ivi depositati possono ridurne l’efficacia di aspirazione; i fornelli vanno sempre ripuliti da residui di cibo, potenziale ricettacolo di germi, appena i fuochi si sono raffreddati.
. Ordine nel frigorifero: gli alimenti dovrebbero essere riposti nel frigorifero secondo un criterio che assicuri la miglior conservabilità dell’alimento e ne riduca il rischio di contaminazioni. Nei cassettoni conservare frutta e verdura, nel ripiano più freddo collocare gli alimenti più facilmente deperibili come carne e pesce crudi, mentre nei ripiani intermedi collocare uova, salumi, formaggi e cibi cotti, avendo cura di non posizionare cibi cotti e crudi sullo stesso ripiano e di mantenere le uiva nell’incarto originale. Tutti gli alimenti vanno riposti adeguatamente incartati o sigillati.
. Conservazione degli avanzi: gli avanzi non vanno mai conservati a temperatura ambiente; è invece necessario farli raffreddare e riporli in frigo in un contenitore chiuso, per evitare la proliferazione dei batteri.
. Pulizia del piano di lavoro: il piano di preparazione delle pietanze va sempre ripulito accuratamente dopo ogni utilizzo con acqua calda e detergenti adatti; evitare la preparazione simultanea di alimenti crudi e cotti.
. Utilizzo e pulizia di taglieri ed altri utensili da cucina: usate taglieri separati per alimenti crudi e per alimenti che vanno cotti o che sono già cotti; allo stesso modo non utilizzare gli stessi utensili da cucina in tali circostanze. Vanno lavati dopo ogni utilizzo con acqua calda e sapone.
. Lavaggio alimenti: è preferibile lavare frutta ed ortaggi con bicarbonato, avendo cura di risciacquare bene.
. Cottura alimenti: la cottura ed il riscaldamento degli avanzi andrebbero eseguite sempre a temperature superiori ai 70-80 °C a cuore del prodotto e per almeno 3 minuti, in modo da uccidere la maggior parte dei batteri.

Dott.ssa Chiara Pirolozzi (Biologo e Nutrizionista)

Via Solaro, n° 1  (Formia)

chiarapirolozzi@gmail.com

Commenti


Alimentazione