frullati

CENTRIFUGATO, ESTRATTO O… SMOOTHIES? QUESTO E’ IL DILEMMA

La bella stagione è oramai alle porte e cosa c’è di più piacevole di una bevanda fresca e dissetante da gustare seduti all’aperto, chiacchierando con gli amici o al mare, magari davanti ad uno splendido  tramonto? E se questa avesse anche proprietà antiossidanti, energizzanti e digestive? Allora sarebbe senza dubbio un eccezionale elisir di salute. Diamo spazio quindi, a concentrati di frutta e verdura in versione summer e ad alcuni consigli che aiuteranno nella scelta.

Al contrario del frullato, che ha una consistenza e un sapore diverso, che contiene latte e che conserva la totalità delle fibre (la componente più saziante di frutta e verdura) un centrifugato è un succo prodotto da una centrifuga dotata di una lama sottile circolare che, girando ad elevatissime velocità, tritura frutta e verdura per poi, spingere la poltiglia verso un setaccio che fa filtrare il succo trattenendo gli scarti. Durante il processo di spremitura, calore ed elettricità statica potrebbero distruggere le sostanze nutritive tramite ossidazione ed inoltre, una grande quantità d’aria viene intrappolata nella bevanda e questo potrebbe causare gonfiore a chi soffre di problemi intestinali. Il centrifugato è particolarmente indicato se si vogliono gustare alimenti a basso contenuto d’acqua come la banana, l’avocado, la papaia e le verdure a foglia. Per ovviare al sapore piuttosto erboso e sgradevole tipico delle verdure a foglia verde, si possono aggiungere una manciata di noci, mandorle o spezie per migliorarne il gusto. Grazie alla miscelazione di più ingredienti e alla polpa della bevanda, ha un alto potere saziante.

Se si volesse optare per un estratto invece, bisogna sapere che viene preparato con un estrattore dotato di una fresa che ruota a velocità ridotta e che, grazie a questa rotazione, stritola letteralmente frutta e verdura, che poi passa attraverso un setaccio lasciando una polpa totalmente secca, incolore e insapore. Operando a una velocità minore, questi apparecchi riescono a rompere maggiormente le fibre di frutta e verdura aumentando la quantità di sostanze nutritive che vengono rilasciate. Un estratto è privo di fibre, quindi consigliabile a chi soffre di problemi dell’apparato digerente e fornisce certamente un’elevata quantità di liquidi ricchi di vitamine, minerali, fitonutrienti, enzimi e antiossidanti.

E perché non provare uno smoothies, magari a base di pesca e lamponi preparato con 3 pesche, 70 grammi di lamponi, 350 ml di succo di mela, 120 ml di yogurt bianco e 4 cubetti di ghiaccio? La parola inglese (che vuol dire “leggero”) indica semplicemente una bevanda a base di frutta e/o verdura (estratta, centrifugata  o frullata) dall’aspetto cremoso, colorato e dolce, con ghiaccio e yogurt bianco.

 

Nel corpo umano, l’assorbimento è quattro volte maggiore quando frutta e verdura vengono consumati sotto forma di succo invece che interi, crudi o cotti. I succhi vengono assimilati e digeriti nel giro di pochi minuti. Il sedano, ad esempio, è il migliore alimento per contrastare gli effetti del grande caldo, ma se lo consumiamo intero e cotto richiede un lungo processo digestivo che ci permette di avvertire tali benefici solo dopo lungo tempo. Al contrario, spremendolo e bevendolo in un succo, viene facilmente assimilato e digerito, tanto da esplicare subito le sue funzioni anti-calore.

 

Infine, ecco alcuni gustosi mix di frutta e verdura che vi consiglio di provare: ananas, carota e sedano; carota, pomodoro e sedano; mela sedano e barbabietola rossa; cetrioli e lime; cetriolo, mela e melone; prugne, pesche, mele e limone; cavolo e uva; peperone, mango e ananas; spinaci e kiwi… e poi sbizzarrite pure la vostra fantasia!

Visita la mia pagina Facebook e clicca “mi piace” troverai articoli, eventi, curiosità e aggiornamenti su alimentazione, sport e benessere

Clicca banner! Clicca Banner! Clicca banner!

dietista_liliana_cassano

 

 

 

 

 

Commenti


Alimentazione